Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - cyp

Pagine: [1] 2
1
Scribus / Videoguide su Scribus e Desktop Publishing
« il: 12 Gennaio, 2018, 17:13:54 pm »
Sono convinto che per usare con profitto Scribus sia necessario possedere anche delle conoscenze di base di Desktop Publishing.
Per questo ho voluto creare delle videoguide che aiutino ad apprendere il programma ma che forniscano anche quelle conoscenze "al contorno", di Grafica, stampa ed editoria.

al link:
https://www.youtube.com/playlist?list=PLl1UYX_dLznqb9FEZ1l3FkecqzeDzXvj4

le mie guide su Scribus e Desktop Publishing.
Buona fruizione a tutti!

2
Confrontiamoci su... / E le icone forum?
« il: 22 Ottobre, 2016, 17:49:47 pm »
Ragazzi, ora che abbiamo aperto la sezione di Krita, bisognerebbe creare l'icona del forum anche per questa sezione; anzi a dire il vero anche la sezione bar è senza icona e andrebbe creata... se spaventasseri ci rimanda l'originale di Inky, la nostra mascotte, potremmo fare una piccola competizione per completare la Serie!
Riguardandole ribadisco che quella che preferisco, oggi come allora, rimane quella disegnata da spaventapasseri per problemi legati al forum.. con Inky che sembra dire:
 " Sì, beh... perché io quando sono venuto qua..."   jay

3
Scribus / La nuova funzione Drop Shadow di Scribus Trunk (1.5)
« il: 01 Febbraio, 2014, 19:59:10 pm »
Da qualche giorno è comparsa sulla paletta delle proprietà, nella versione di sviluppo di Scribus, una linguella intitolata Drop Shadow, che campeggia addirittura in seconda posizione, tra le linguelle "X,Y Z" e "Forma".
La funzione ombra sfumata è applicabile a immagini, riquadri di testo, forme, poligoni, anche tabelle, cornici di render; non si applica su tracciati come curve bezier o spirali, e non sui raggruppamenti (ma va detto per la verità che Scribus gestisce questi ultimi in modo un po' strano..), quindi ad esempio non sui codici a barre..ma non troverei molto buon senso nel fare un codice a barre con ombra sfumata :D

C'è tutto quello che serve:
1) spostamento dell'ombra in x e y
2) colore (solo colore pieno), di dafault nero
3) tonalità (inteso come distanza dal bianco)
4) opacità (canale alpha)
5) BlendMode (miscelazione con gli oggetti sottostanti, come modalità miscela per i livelli di Inkscape)

6) e, ovviamente, sfocatura.
E qui, naturalmente, la mia curiosità si è accesa..
Prima di tutto va spiegato come vengono gestite le ombre: per gli oggetti grafici come poligoni ecc  è la classica "shadow"; per le immagini correttamente l'ombra segue la cornice immagine, e non l'immagine stessa.
Per i riquadri di testo invece, una volta applicata, anche se quello che si vede è tutto il riquadro col colore ombra scelto con la forma corretta della nostra cornice testo (rettangolare, rotonda, curva, ecc.), quello che viene esportato in PDF è giustamente un'ombra sui caratteri del testo, e NON sul riquadro. Va usata con moderazione, dato che è estremamente pesante a livello processore.

L'ombra sfuocata, diversamente dal caso direi unico di Inkscape, viene gestita come immagini raster, e non a livello vettoriale.
Ma direi anche che in questo caso la scelta è giustificata, per diversi motivi:
a) la buona risoluzione in una sfocatura semplice non ha nessuna importanza, dato che ovviamente dettagli non ne esistono per definizione. Questo significa anche che, portando in stampa il pdf, non ci saranno problemi di  alcun tipo, e sicuramente solo questa considerazione ha permesso di infilare una funzione simile in Scribus, sempre molto severo sulla qualità di stampa.
b) una sfocatura vettoriale per ogni singolo carattere, su un programma come Scribus che prevede la possibilità di avere migliaia di righe, sarebbe ingestibile a livello processore, probabilmente anche per il mitico AL.. diversamente, un'immagine bitmap legata ad un riquadro di testo è estremamente semplice da processare.
Anche la scelta di mostrare il riquadro con l'ombra e non il testo ombreggiato, va nella direzione di alleggerire la scorrevolezza del programma, già molto pesante nella gestione del testo, almeno considerando che il programma si propone principamente il testo come obiettivo.. Rimane solo lo svantaggio di essere illeggibile il testo con l'ombra, quando testo e ombra hanno la stessa tinta.

In definitiva direi che anche questa funzione, come ad esempio le spirali, la linea calligrafica o gli effetti sulle immagini, strizza l'occhiolino a chi vuole un programma "che faccia tutto", scelta che solitamente non trova la mia approvazione, ma direi che in questo caso l'effetto effettivamente non poteva essere svolto separatamente su un altro programma, almeno se lo consideriamo applicato al testo, che credo sia il vero scopo per cui è stato progettato.
Buon divertimento con Scribus!

4


Questo programma di video editing presenta il grosso vantaggio di essere più intuitivo di Kdenlive, di cui migliora i due principali difetti: esportazione molto più rapida e con migliore qualità.
Tutto il programma sembra molto scarno come effetti e modifiche, ma con pulsante destro/proprietes sulla clip si trova tutto..
Altro punto in cui Kdenlive era deficitario erano soprattutto i titoli: Openshot mostra due tipi di titoli: spettacolari titoli animati, molto lenti nel renderig, che sono creati con blender, e titoli normali, che sono salvati in svg. Questi ultimi si possono modificare in modo semplice, con l'interfaccia intuitiva, oppure...aprire con editor avanzato, che è proprio Inkscape, il quale una volta aperto ci mostra come bordo pagina il fotogramma.
Oltretutto Openshot usa probabilmente proprio Inkscape come motore per gli Svg, perché permette di applicare e salvare nel titolo anche trasparenze, tutti i filtri e i fissaggi!!


http://www.openshotvideo.com/

5
Gallerie utenti / Aereocartamdello
« il: 24 Novembre, 2013, 17:13:08 pm »
Mio figlio oggi mi ha chiesto se sapevo fare un aeroplanino di carta.

Ricordo che da ragazzino ne avevo costruito una quantità infinita, anche se solo per un certo periodo e per un particolare motivo personale; ricordo che mi ero costruito proprio un modello mio di aereo, di grande capacità di volo a vela.

Quando ho preso in mano il foglio carta, senza pensare, senza sapere cosa fare oltre la piega successiva, le mani hanno ricostruito, senza esitazione, esattamente il mio aereo di allora.

Dato che vola che è un piacere, e che non è necessario il brevetto, ho pensato di creare un piccolo modello con Inkscape per questo semplice origami.
Buon divertimento.

6
Gallerie utenti / Oro Zecchino: prove filtri
« il: 12 Ottobre, 2013, 17:11:20 pm »
Ho fatto un po' di prove con i filtri..
Non abbiamo un'idea univoca rispetto all'apparenza dei materiali...

7
Scribus / Mini tutorial: gestione delle immagini in Scribus
« il: 24 Luglio, 2013, 12:11:54 pm »
La gestione delle immagini su questo programma è in realtà piuttosto articolata, quindi affrontiamo un punto alla volta.

Immagini vettoriali

Prima di tutto, a meno che non sia necessario e non dobbiate fare al massimo una o due pagine, evitate le immagini vettoriali. Sono estremamente pesanti, sia per il programma, che non le gestisce in modo snello, sia nel pdf sviluppato. Anche la stabilità del programma può risultare compromessa.
Se è necessario creare un pdf tutto vettoriale, allora non vi resta altra strada.
Le immagini vettoriali si inseriscono senza creare una cornice: semplicemente facendo /menu/file/importa/carica file vettoriale.
Possiamo anche inserire un carattere e usarlo come simbolo, ma ricordiamo di fare /menu/elemento/converti in/contorni  se non siamo sicuri che il simbolo sia un font di alta qualità, perché potrebbe creare problemi in fase di stampa commerciale.
Ricordo che la versione 1.5 importa anche i pdf come immagini vettoriali, cosa estremamente utile. Tutto il testo viene però importato come tracciati, quindi, anche se la resa rimane perfetta, il peso in termini di processore è notevolissimo.

8
Per installare la versione di sviluppo Scribus trunk su linux Ubuntu, basta aprire il gestore degli aggiornamenti o il programma di installazione software, e su menù/impostazioni/configura le fonti software aggiungere alla linguella altro software le due riìghe che trovate al seguente link:
https://launchpad.net/~scribus/+archive/ppa?field.series_filter=raring

ampliando la voce:
Technical details about this PPA
inserendo la propria versione di Ubuntu

Un altro sistema molto pratico, che funziona con le distribuzioni basate su debian come ubuntu, è digitare da shell le seguenti righe, una per volta:
sudo add-apt-repository ppa:scribus/ppa
sudo apt-get update
sudo apt-get install scribus-trunk

Ovviamente in entrambi i casi dovremo avere i permessi di amministratore..

Non mi pare di vedere una versione trunk 1.5 per windows, nemmeno nella versione portable..

9
Da gennaio è disponibile la versione 1.4.2 stabile di Scribus. Invito tutti a scaricarla!
Il link è questo:
http://www.scribus.net/canvas/Scribus

e qui i repository per Debian e Ubuntu:
http://wiki.scribus.net/canvas/Debian

Non sono molte le innovazioni, e nemmeno la stabilità pare significativamente aumentata, ma ci si può lavorare comunque bene, magari salvando di tanto in tanto: comunque su menù/file/preferenze/documento è possibile stabilire il tempo di salvataggio automatico.
Quello che invece tutti aspettavamo con ansia è il correttore ortografico finalmente funzionante!
Per attivare la lingua desiderata si apre menù/file/preferenze/sillabazione e correttore automatico, la linguella a destra indica i dizionari disponibili e quelli scaricabili; si seleziona il dizionario da scaricare e poi "scarica dizionari selezionati", e "applica". A quel punto il dizionario è disponbile.
Ricordo che su Scribus la lingua può essere impostata a livello di stile: possiamo cioè avere uno stile paragrafo, o addirittura uno stile carattere in lingue diverse; questo significa che potremo avere tutte le parole in grassetto ad esempio in lingua Hindi o Vietnamese, e un paragrafo in francese e uno in russo (e le lingue sono davvero tante nel mondo open!), tutto regolarmente corretto nella propria lingua. Questa caratteristica funziona perfettamente.

È ancora lento ed elementare, ma è un inizio fondamentale.

Ci auguriamo presto le migliorie che riguardano:
La ricerca in tutto il documento, per ora funziona solo sulla cornice selezionata, ma è molto importante per chi fa riviste o magazine o libri a paragrafi come i testi scolastici, ecc. poter fare un lavoro unico senza selezionare ogni riquadro singolarmente.
La possibilità di salvare parole nel vocabolario personale.
Gli spazi vuoti a fine paragrafo. Veramente questo sono significativi soltanto in allineamento centrato, ma devono essere previsti.
Importantissimo: il correttore automatico (la sottolineatura ondulata rossa), che ormai è da considerare il modo più efficace per lavorare. Magari solo in modalità editor di testo..
La possibilità di inserire parole sbagliate da cercare: ad esempio i doppi spazi, terrore degli scrivani! Sono comunque trovabili su menù/modifica/trova-e-sostituisci, uno strumento molto raffinato di ricerca, ma significa doppio lavoro.
Buon lavoro su Scribus 1.4.2!

10
Scribus / finalmente le note a piè pagina...
« il: 24 Novembre, 2012, 09:59:51 am »
Mentre Inkscape procede verso la maior release 0.49, cominciando a impostare strumenti mai visti sui programmi vettoriali, Scribus procede, devo ammettere velocemente, verso una stabile 1.5.0, e ci mostra qualche bella novità come i marks;
con il cursore testo entro un riquadro, possiamo inserire un mark dal menù/inserisci/marks, oppure dal menù a comparsa (tasto destro).
Abbiamo diversi valori da inserire:
Variable test: una variabile testo. Faccio un esempio: nella traduzione del manuale floss di Scribus dal francese (http://fr.flossmanuals.net/scribus/), presto online, dovevamo tradurre i titoli dei capitoli. Ma i capitoli si trovano spesso citati dentro il testo, tipo "...vedi capitolo preparare le fonti...", e se il traduttore di quel capitolo cambierà il nome del paragrafo?... dobbiamo ricercare in tutto il testo e correggere.. mentre scrivendo i titoli come variable test, basta cambiare il nome della variabile e tutto il documento si aggiorna.
Anchor mark è  un segno invisibile, a cui dà un nome (label), che in pratica è un segnalibro nascosto per il redattore, in modo da poter tornare su un punto preciso del documento, o da usare con reference to mark (vedi sotto);
Reference to item inserisce nel testo il numero di pagina entro cui si trova un determinato riquadro, di qualsiasi tipo: sia testo, immagine, riquadro render, tabella, arco, linea, poligono.... si può inserire un riferimento a quasiasi cosa...
Reference to mark è un po' più complesso: inserisce il numero di pagina di un mark nascosto "anchor mark": serve per esempio per citare "come scritto a pagina ##, bla bla....", ed esser sicuri che punti correttamente; naturalmente  a pagina ## non si vede nulla, essendo gli anchor marks invisibili...
Foot/endnote Finalmente le note a piè pagina: che possono essere settate in tutto e per tutto nella paletta dedicata menù/modifica/notes styles: stile paragrafo, stile carattere per il numeretto da inserire nel testo, prefisso, suffisso, ecc. Su footnote non ha funzione la voce range, ma su endnote si può scegliere se inserirla a fine documento,  sezione (le sezioni sono definite su impostazioni documento), story (fine delle cornici collegate), pagina, riquadro.
tutti i mark si gestiscono dalla paletta marks manager, attivabile da menù/modifica/marks
Qualche commento:
Come spesso succede negli open-source, implementazioni non perfettamente funzionanti (mi ha dato un solo crash per la verità), ma molto ambiziose. Sono molto soddisfatto.
Con queste modifiche Scribus si sposta finalmente verso la possibilità di scrivere il testo entro il documento, non rimanendo soltanto un impaginatore, mirando ad essere un compositore di testo di altissimo livello: alcune funzioni, particolarmente le variable text, ma in parte anche le anchor marks, sono dedicate a chi compone, non a chi fruisce il testo..
La funzione "modifica testo" che sembrava cadere in disuso, per ora mantiene la funzione di gestione dei mark e delle interruzioni testo, che sono molto ben identificabili dal loro colore rosso.
Non hanno messo, giustmente, la gestione stile foot/endnote nella gestione stili ,dato che presenta valori completamente diversi; però abbiamo due palette per gestire i marks..

Buon lavoro con Scribus

11
Gallerie utenti / Schizzo di una bocca
« il: 14 Agosto, 2012, 12:58:42 pm »
Se devo essere sincero quando uso inkscape non mi diverto tanto cercando una resa più o meno realistica, quanto trovando le soluzioni che mi semplificano i passaggi.. questo disegno ad esempio è fatto con meno di 10 oggetti, tutto il resto è  filtri ed effetti..

12
Scribus / Mini tutorial: riquadri di numeri in scribus
« il: 23 Giugno, 2012, 10:26:04 am »
Voglio mostrare alcune particolarità di Scribus per quanto riguarda l'immissione di valori nei vari riquadri di numeri: dimensioni del documento, piuttosto che posizione o rotazione di una cornice, ecc.

Innanzitutto possiamo stabilire l'unità di misura preferita, sia a livello di preferenze generali che per lo specifico documento. Questo si ripercuote su unità di misura del righello, dimensioni e margini documento, posizione e dimensione cornici.
Non ha effetto sulle misure strettamente legate ai caratteri: su interlinea e dimensione fonts, che rimangono sempre in punti, e sulle loro proporzioni, altezza, crenatura ecc, che rimangono sempre in percentuale.

Bisogna tenere conto che anche la griglia tipografica viene misurata in punti, quindi se dobbiamo studiare una particolare interlinea (come nel modello "testi e lettere" per le righe della carta protocollo) ci troveremo a convertire in punti, cosa che sembra semplice, ma posso assicurare che è un'operazione poco pratica. Fortunatamente Scribus ci viene in aiuto in modo intelligente:

Innanzitutto TUTTI i riquadri di numeri di scribus, anche quelli che misurano gli angoli, (a proposito, questi si misurano solo in gradi) sono regolabili semplicemente avvicinandosi al riquadro numerico col puntatore e muovendo la rotellina del mouse. Inoltre valgono le scorciatoie:

Rotellina=muove le unità

Rotellina+shift=muove i decimi (perché shift muove i decimi e non le decine? Mah..)
Rotellina+ctrl (oppure+alt)= muove le decine

Rotellina+shift+alt= muove i centesimi
Rotellina+ctrl+alt=muove le centinaia

Esiste un ulteriore aiuto che fornisce Scribus: una semplice calcolatrice incorporata nei riquadri:
ad esempio se devo triplicare un valore esistente di 11,36mm, posso entrare col mouse nel valore e inserire: *3 INVIO, e automaticamente il valore viene regolato a 34,080mm.
Grazie a questo sistema possiamo convertire facilmente in punti i mm che misuriamo per l'interlinea; ad esempio se vogliamo un'interlinea di 30mm basta digitare: 30*72/25,4; in generale:
mm*72/25,4=pt (postScript) (è un numero periodico, quindi sempre meglio scrivere l'operazione e lasciarlo arrotondare a Scribus!)
Per l'operazione inversa conviene cambiare temporaneamente l'unità di misura del documento.
Esiste anche un'ulteriore aiuto, che trovo poco pratico però: Scribus riconosce valori come height, width, PageHeight, PageWidth / 2 ecc, sempre da inserire nei riquadri di numeri.
Buon lavoro con Scribus!

13
Inkscape Varie / Oggetti in fuga prospettica: lacuna di Inkscape?
« il: 14 Giugno, 2012, 09:39:22 am »
Non riesco a mettere in automatico degli oggetti in fuga prospettica come nell'esempio. Dovrebbero essere in linea retta, scalati, e con un'angolazione almeno approssimativamente a richiesta.
Non riesco nemmeno ad allinearli in verticale in modo che si infittiscano con la distanza..
Sembra un'operazione banale, oltretutto è anche frequente per la verità, ma irrisolvibile...

14
Finalmente on-line.
Il manuale è stato realizzato solo con software libero: Inkscape per la grafica vettoriale, Gimp per la grafica raster;  il testo in bozze è stato realizzato su Openoffice, mentre Scribus è servito per l'impaginazione e la pubblicazione in PDF.
Questo il link per il manuale:

http://www.eserciziario-pittoriche.it/
info@eserciziario-pittoriche.it

Libero e gratuito, la licenza è una Creative Common.
Il sito è ancora in costruzione, ma si può già scaricare (per ora solo) l'opera completa.

Molto è dovuto a
open clip-art http://openclipart.org/
web gallery http://www.wga.hu/

Grazie a tutti per leggerci!

15
Scribus / Mini-tutorial: interruzioni di colonne e cornici su Scribus
« il: 09 Marzo, 2012, 11:23:24 am »
Questo mini-tutorial serve per capire come gestire correttamente nel testo le interruzioni di riga, colonna, pagina o cornice su Scribus, che per alcuni aspetti si presenta in modo poco intuitivo.
Supponiamo di volere, ad un certo punto della scrittura, cambiare colonna per cominciare un nuovo paragrafo.
Inseriamo quindi
immagine 1

Ma quello che otteniamo è questo strano effetto di giustificazione totale;
immagine 2

In più, se vogliamo cambiare stile, non riusciamo a diversificarlo dal paragrafo precedente:
immagine 3

Non si tratta di errori, ma di un modo di gestione delle interruzioni di Scribus da imparare ad usare in modo corretto.
Scribus consente un doppio modo di interruzione riga, colonna o cornice: uno se inserito prima o senza un carattere spazio, e uno se inserito dopo uno spazio.

Pagine: [1] 2

* shoutbox

Refresh History
  • La shoutbox non e' per supporto,per favore aprite un post per quello.Grazie
  • bobol: Ciao Marcos, direi che per iniziare nella prima sezione va più che bene "Inkscape varie"  byeee
    05 Gennaio, 2018, 23:19:00 pm
  • vect: ... Tutto bene?  lowwwde
    08 Gennaio, 2018, 13:11:27 pm
  • bobol: Alla grande  sgde
    08 Gennaio, 2018, 13:36:04 pm
  • bobol: E tu ?
    08 Gennaio, 2018, 13:48:18 pm
  • vect: ...Tonico e pronto!... boxer
    08 Gennaio, 2018, 17:16:01 pm
  • bobol: :emoticon_cincin:
    08 Gennaio, 2018, 21:12:49 pm
  • cyp: ciao a tutti
    12 Gennaio, 2018, 16:56:57 pm
  • bobol: byeee
    12 Gennaio, 2018, 18:39:34 pm
  • cyp: buona domenica forum..
    14 Gennaio, 2018, 08:38:34 am
  • bobol: byeee
    14 Gennaio, 2018, 11:31:51 am
  • vect: byeee
    14 Gennaio, 2018, 13:39:59 pm
  • vect: byeee
    14 Gennaio, 2018, 13:40:14 pm
  • vect: ...La prima metà di Gennaio è andata... sgde
    15 Gennaio, 2018, 07:19:05 am
  • bobol: Andiamo per Pasqua......
    15 Gennaio, 2018, 17:21:24 pm
  • cyp: e poi di nuovo verso Gennaio..
    15 Gennaio, 2018, 20:15:57 pm
  • bobol: ...è diventato un loop poco piacevole  sad
    15 Gennaio, 2018, 20:34:49 pm
  • cyp: scusa @bobol non volevo mettere malumore... :sorry:
    15 Gennaio, 2018, 21:49:55 pm
  • vect: ahi ahi ahi!!! arts reading boxer
    Oggi alle 12:36:40
  • bobol: byeee non hai nulla di cui scusarti cyp, era solo una mia riflessione per sottolineare che il tempo ci scorre via velocemente
    Oggi alle 13:54:13
  • cyp: lowwwde
    Oggi alle 13:59:21
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.